Non si può chiamare tradimento

Vero6969

Utente
Nella mia vita ho amato tanto ,mi hanno fatto male e come mia reazione scattava ...voglio godere di più ...e così iniziavo a tradire .

Un giorno mi sveglio con accanto il mio compagno che diceva di amarmi ,ma mi tradiva regolarmente, non sono gelosa ma vorrei saperlo e non essere presa in giro.
Quel giorno scatto in me qualcosa ,mi misi subito all opera ,mi feci una sana scopata con lui ,una doccia e via, per iniziare bene la giornata.

Uscendo pensai oggi ho troppa voglia e dunque voglio godere tanto.

Andai in giro con un solo pensiero tutto il giorno ,arrivai al bar a fare colazione dove c'era uno che mi corteggiava continuamente,anche quel giorno era li pieno di complimenti, ed io questa volta li ho accettati ,fino a fargli capire che oggi avrebbe avuto quello che voleva.

Uscimmo dal bar insieme e andai a casa sua ,non gli diedi il tempo di aprire la porta che gli misi il mio perizoma in mano ,socchiuse la porta e me lo senti sopra di me come se non aspettasse altro ,le sue mani mi toccarono ovunque,la sua lingua e la sua bocca erano su tutto il mio corpo ,sentivo la voglia che saliva sempre più forte e senza tanta attesa mi apri le gambe e entro con tanta foga che godetti subito ,ma non si fermò ,come se non volesse che quel tanto desiderato momento non finisse mai .Restai a gambe aperte per un ora godendo continuamente finché lui non arrivó al culmine .
Mi feci una doccia mi rivesti e me ne andai senza parlare.

Ma la mia vendetta non poteva finire così.

Incontrai un mio amico di letto ,che frequentavo prima e non c'è stato bisogno di parlare, finimmo subito in un motel .
Mi sentivo calda e vogliosa,volevo godere tutto il giorno e sentirmi libera di farlo con chiunque .

Sentirsi baciare da un altro uomo, sentirsi penetrare da un altro , pensando che era già il terzo che mi faceva godere, una sensazione fantastica.

Erano già le 14 ed io volevo ancora e ancora ,volevo sentirmi toccare , scopare , ero alla ricerca e chi mi vedeva capiva tutta la mia voglia.

Andai in un posteggio all idroscalo, c'era il sole e mi misi li tranquilla in macchina ,finestrino semiaperto, ero rilassata e pensavo alla prossima scopata del giorno.
Si avvicina uno ,ho gli occhi chiusi ,ma sento i suoi occhi e il suo respiro, io sposto la gamba e la gonna si alza , intravede che sono nuda sotto ,si avvicina di più e mi dice quanto vuoi? , Facendomi vedere che era eccitato, senti tra le gambe un fremito fortissimo e non so perché o come mi è uscito dalla bocca 50 , questo apre il portafoglio mi paga ,mi metto dietro al sedile della macchina ,mi alza la gonna e senza dire niente, mi penetra è durato 10 minuti ,lo sentivo entrare ed uscire era duro e sentivo sensazioni mai sentite , ad un tratto capisco che sta godendo ,la mia figa si contrae e godo.
Si alza e se ne va .....non riuscivo a capire se mi era piaciuto o no ,ma avevo goduto e guadagnato 50 euro, che avrei investito in un bel massaggio.

Andai ad un centro massaggi chiesi di fare una doccia prima del massaggio, mi presentai nuda ,pensavo fosse una donna ed invece era un uomo che mi faceva il massaggio su tutto il corpo.
Le sue mani raggiungevano ogni mio punto e mi toccavano, ero eccitata e lui lo sapeva perché massaggiandomi si avvicinava alle mie parti intime e sentiva che ero bagnata.
Non resistevo più ed quando riavvicinò la mano mi spostai per fagli capire che poteva andare oltre e lui lo fece ,inizio a massaggiare le mie parti intime ,prima con le mani facendomi godere e poi si abbassò il pantalone mi prese e mi disse vuoi anche questo?! Quel giorno non avrei detto no a nessuno, scesi dal lettino mi misi a 90 e mi feci penetrare davanti e dietro,godevo come non mai.

Arrivo il momento di tornare a casa e come se nulla fosse accaduto , facendo finta come faceva lui.

Non si chiama tradimento ma liberazione in questo caso che ne pensate?
 

GISKO

Utente
Brava così si fa piacere fino allo sfinimento e mai mal di testa(qualche volta andrà bene qualche volta male ma se sbaglia colpire duro come hai fatto tu!). Sei una da incontrare nel giorno giusto.
 
Alto